Ricerca
comunità e distretti

La comunità di Rimini in festa per la visita del Vescovo Ivan De Lazzari

26.10.2019

Sabato 26 ottobre 2019 il vescovo ha visitato la comunità di Rimini la prima volta nel suo nuovo incarico ministeriale, accompagnato dai sacerdoti Paolo De Marco e Iuri Trebbi.
 
/api/media/503405/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=30178e4af7206dc3524044493b1963f5%3A1663826739%3A8705237&width=1500
/api/media/503406/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=6312f1df14b6351f23c10ebf1302b449%3A1663826739%3A570485&width=1500
/api/media/503407/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=5d33e4aa5e3e0a2260498f6bbf14e8e8%3A1663826739%3A5836163&width=1500
/api/media/503408/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=5bd80926745373e8ae8d5119bce5b913%3A1663826739%3A9140534&width=1500
 
Il suo servire, e quello dei sacerdoti, era imperniato sulla parola biblica della Lettera di Giuda, 20-21: "Ma voi, carissimi, edificando voi stessi nella nostra santissima fede, pregando mediante lo Spirito Santo, conservatevi nell'amore di Dio, aspettando la misericordia del nostro Signore Gesù Cristo, a vita eterna."

La parola serviva pure quale preparazione per il servizio divino a favore dei defunti. Il vescovo ha ricordato come Dio fa sempre grandi cose per noi, e che la nostra massima aspirazione nella nostra esistenza terrena debba dunque essere quella di cercare sempre la vicinanza di Dio e di Gesù.  Chi perde la fede, ha detto inoltre, ha perso tutto; gli rimane solo vento nelle mani! Ha fatto riferimento  pure all'inno 388, È la fede che ci guida, cantato dalla comunità. Ci ha invitati a lottare ogni giorno per mantenere la nostra santissima fede che ci procurerà infine un futuro straordinario.

Il sacerdote Paolo De Marco riferendosi all'inno suonato dai flauti (Fratelli ci sentiamo, 353) e al cuore posto sull'altare quale decorazione, simbolo dell'amore,  ha detto che vogliamo essere attenti all'amore, crescere nell'amore e donarlo anche ad altri.

Infine il sacerdote Iuri Trebbi ha espresso la sua gioia per la visita dei servi. Il Signore, ha detto, offre la salvezza e offre cose meravigliose - basta lasciarsi guidare da Lui ed essere sensibili nel riconoscere l'aiuto del Signore in ogni circostanza, per ottenere un risultato meraviglioso alla fine.